ACCERTA S.P.A. - ORGANISMO DI VALUTAZIONE E CERTIFICAZIONE

A
Vai ai contenuti

Menu principale:

Chi Siamo
 
 

SGQ N°068A


Membro di MLA EA per gli schemi di accreditamento SGQ, SGA, PRD, PRS, ISP e LAB, di MLA IAF per gli schemi di accreditamento SGQ, SGA, SSI, FSM e PRD e di MRA ILAC per gli schemi di accreditamento LAB.

Signatory of EA MLA for the accreditation schemes QMS, EMS, PRD, PRS, INSP and TL, of IAF MLA for the accreditation schemes QMS, EMS, ISMS, FSMS and PRD and of ILAC MRA for the accreditation scheme TL.

Organismo accreditato per la Valutazione e Certificazione dei Sistemi Gestione Qualità in conformità alla UNI EN 9001:2008.

 

La politica di ACCERTA S.p.A. è articolata in principi da applicare come guida per le decisioni che possono rendersi necessarie in caso di situazioni impreviste, in indirizzi ed obiettivi di carattere generale. I principi rappresentano i fondamenti per la definizione e lo sviluppo dei requisiti di prestazione e descrittivi alla base della conduzione dell’attività societaria, al fine di infondere fiducia, a tutte le parti coinvolte, che un sistema di gestione soddisfi i requisiti specificati.


I principi per infondere fiducia comprendono:

1) imparzialità, che può essere soggetta a minacce provenienti da persona o organismo che:

  • agisce nel suo proprio interesse;


  • riesamina il proprio lavoro;


  • non si impegna nella ricerca dell’evidenza dell’audit a causa di troppa familiarità o fiducia in altra persona;


  • non può impegnarsi a fondo nella ricerca dell’evidenza dell’audit, in quanto costretto indirettamente da situazioni coercitive prolungate nel tempo.


2) garanzia della competenza di tutto il personale, sia interno che esterno, nell’attività svolta;

3) responsabilità nelle attività di valutazione delle evidenze oggettive e decisione relativa alla certificazione;

4) accreditamento come strumento di trasparenza al fine di consentire l’accesso, anche ai risultati di eventuali audit particolari, o a divulgare informazioni quali i processi di audit e di certificazione e sullo stato della certificazione di tutte le organizzazioni;

5) riservatezza delle informazioni di proprietà del Cliente trattate in conformità alle leggi in materia vigenti;

6) procedure per una rapida ed efficace risposta ai reclami, qualora risultassero fondati.


Si riportano, di seguito, gli indirizzi generali ai quali si uniforma la politica, che risulta oggetto di valutazione, ed eventualmente di revisione, almeno annuale da parte della Direzione nel corso del riesame interno sul sistema di gestione di Accerta S.p.A.:


a) uniformità alle disposizioni di legge ed alla normativa volontaria, nazionale, europea ed internazionale, al fine di assicurare coerenza ed affidabilità in materia di certificazione di sistemi di gestione aziendali;


b) garanzia alle parti terze interessate di poter accedere ai propri servizi senza che siano poste in atto condizioni indebite, anche di carattere economico e finanziario, applicando in modo non discriminatorio il contenuto del presente manuale e della documentazione che lo completa;

c) garanzia alle parti terze interessate della massima imparzialità di valutazione e di giudizio in tutte le fasi operative;

d) riduzione di avvenimenti relativi ad eventi imprevisti avversi e/o di non conformità alle norme di riferimento attraverso la corretta definizione, pianificazione, esecuzione e controllo delle attività inerenti la certificazione dei sistemi di gestione aziendali.


Gli obiettivi di carattere generale si possono riassumere nei seguenti

aspetti che ACCERTA S.p.A.
ritiene fondamentali per generare fiducia e

riconoscimento nelle certificazioni rilasciate da parte del mercato e degli

Organismi di controllo:





a) identificazione di un’identità giuridica documentata in grado di assumersi tutte le responsabilità legali per le attività di certificazione;

b) stipula di adeguata polizza assicurativa a copertura di eventuali responsabilità derivanti da avvenimenti avversi preventivamente identificati e valutati attraverso la gestione dei rischi provenienti dalle proprie attività di certificazione;

c) identificazione di un organo direttivo con autorità e responsabilità per:

lo sviluppo delle politiche relative al funzionamento dell’organismo;

la supervisione dell’attuazione delle politiche e delle procedure;

la supervisione delle risorse finanziarie e delle fonti di reddito dell’organismo;

la delega di autorità a comitati o individui per svolgere attività definite per conto dell’organismo stesso.

d) identificazione da parte dell’organo direttivo del Comitato per la Salvaguardia dell’Imparzialità rappresentativo degli interessi, che può anche coincidere con l’organo direttivo, per:

affiancare l’organismo nello sviluppo delle politiche relative all’imparzialità e gestire i conflitti d’interesse a garanzia dell’obiettività delle proprie attività di certificazione;

verificare che l’imparzialità dell’organismo non sia compromessa da pressioni commerciali, finanziarie o di altra natura e contrastare ogni tendenza che possa costituire una minaccia inaccettabile per le attività di certificazione;

fornire suggerimenti su aspetti che possono influenzare la fiducia nella certificazione e condurre un riesame, almeno annuale, circa l’imparzialità degli audit, delle certificazioni e dei processi decisionali dell’organismo di certificazione.

A tale Comitato è assicurato l’accesso a tutte le informazioni per lo svolgimento delle proprie funzioni e garantito il diritto di intraprendere azioni indipendenti qualora l’organo direttivo non tenga conto dei suoi suggerimenti.

e) identificazione di un gruppo di persone o persona con autorità e responsabilità per:

lo sviluppo dei servizi e degli schemi di certificazione di sistemi di gestione;

il monitoraggio delle prestazioni degli audit e della certificazione;

una rapida ed efficace risposta ai reclami;

le decisioni relative al rilascio, il mantenimento, il rinnovo, la sospensione, l’estensione o la riduzione del campo di applicazione e la revoca della certificazione;

la gestione delle disposizioni contrattuali;

la messa a disposizione di adeguate risorse per le attività di certificazione, ivi comprese le funzioni direttive.

f) indipendenza, obiettività, imparzialità e competenza nelle decisioni e ratifica circa la certificazione, solidità e stabilità finanziaria, libertà da pressioni di carattere commerciale, finanziaria o di altra natura;

g) un sistema di gestione che fornisca fiducia circa la capacità di gestire i processi di certificazione con regole formali per la designazione e l’operatività dei gruppi di persone o persona coinvolti nel processo di certificazione;



Accerta S.p.A.
, inoltre, garantisce che non offre e non fornisce:

1) servizi e/o attività di consulenza per ottenere o mantenere la certificazione di sistemi di gestione;

2) servizi o attività di audit di II parte.

Gli obiettivi specifici, riferite alle singole funzioni aziendali, sono invece definiti periodicamente nei riesami della Direzione sulla base della politica generale. Gli obiettivi specifici sono monitorati a mezzo di appositi indicatori all’uopo definiti al fine di poterne valutare l’efficacia e, di conseguenza, l’andamento del sistema gestionale nel suo complesso.

 
Torna ai contenuti | Torna al menu